Il grande Crocifisso è tornato tra noi

Il nostro parroco ci presenta il ritorno del grande Crocifisso nella nuova chiesa. Un opera (una delle prime realizzate in vetroresina) probabilmente da attribuire alla scuola dell’artista Gismondi.

Il grande crocifisso che da qualche giorno (ndr fine novembre 2012) è stato sospeso al centro dell’abside della nostra chiesa parrocchiale è lo stesso che, per più di quaranta anni, ha “presieduto” la preghiera della nostra gente. Davanti a questa immagine hanno pregato, sperato, ringraziato e pianto tre generazioni di fedeli .

Verso la fine degli anni sessanta esso fu collocato nell’abside della chiesa di S. Teresina del Bambino Gesù (più comunemente conosciuta con il nome di Sant’Antonio), che all’epoca fungeva da chiesa parrocchiale. Nei primi anni settanta, dopo la costruzione dell’attuale edificio che ospita le opere parrocchiali, trovò il suo posto sulla parete frontale nella chiesa provvisoria (attuale salone S. Francesco di Sales).

Il mese scorso ho presentato la richiesta all’ufficio competente del Vicariato di Roma e il Cardinale Vicario, dopo aver ricevuto dalla Commissione Liturgica Diocesana parere favorevole, ha autorizzato la rimozione del provvisorio pannello preesistente, affinché il nostro storico crocifisso venisse collocato in modo definitivo nell’attuale posizione.

Un grazie di cuore da parte di tutta la comunità parrocchiale a tutti i volontari che hanno lavorato alacremente e generosamente per realizzare il tutto nello spazio di pochissimi giorni.

P. Gianni

 

I commenti sono chiusi.