18 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

Francesco di Sales scrive nel TAD: “L’amore è la vita del nostro cuore; e come in contrappeso imprime movimento a tutti gli ingranaggi dell’orologio, così l’amore imprime all’anima tutti i movimenti che ha. Tutti i nostri affetti seguono il nostro amore…”(OEA, V). E se questo è vero per l’amore umano, tanto più lo è per l’amore di Dio. San Paolo così scriveva ai Romani (e anche agli altri): “Chi ci separerà dunque dall’amore di Cristo? Forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? (8,35). Continua a leggere

17 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

ma chi li capisce sti preti? E tutti quei segni strani fatti di spalle? E quella lingua strana che usano? Poi mangiano, bevono e a noi danno solo una specie di tartina sciapa e rotonda e ci dicono che lì dentro c’è Gesù Cristo… Di questi discorsi ancora se ne sentono tanti purtroppo! Ma sono il retaggio, non possiamo negarlo, di un modo “nascosto” di celebrare i misteri di Dio, primo fra tutti l’Eucarestia, antecedente alla riforma liturgica voluta dal Concilio. Continua a leggere

16 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

oggi ricorre una festa mariana molto importante nella Tradizione della Chiesa: la Madonna del Carmelo, una delle devozioni più antiche e più amate dalla cristianità. Nel Primo Libro dei Re dell’Antico Testamento si racconta che il profeta Elia, che raccolse una comunità di uomini proprio sul monte Carmelo (in aramaico «giardino»), operò in difesa della purezza della fede in Dio, vincendo una sfida contro i sacerdoti del dio Baal. Qui, in seguito,  si stabilì una comunità monastica cristiana dalla quale, nell’XI secolo, ebbe origine l’Ordine dei Carmelitani. Continua a leggere

15 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti, vicini e lontani (vi mancava eh…J),

“Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza”(Mt 11,25-26). Erano i primi due versetti del Vangelo di domenica 5 luglio, XIV del Tempo Ordinario, ricordate? Ad una prima lettura sembra che il Signore abbia voluto fare una sorta di discriminazione rivelando “le sue cose” solo ad un numero ristretto di persone, i piccoli, escludendo gli altri, soprattutto i “sapienti e i dotti”. Continua a leggere

14 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

nel TAD Francesco di Sales scrive: “Abbiamo ricevuto tutto da Dio, ma soprattutto abbiamo ricevuto i doni soprannaturali del Santo amore…Piccolo uomo eri venuto meno nella tua iniquità e non ti era rimasto nulla e Dio, per la sua infinità bontà, è accorso in tuo aiuto…Poi, dopo che avevi ripreso i sensi, ha continuato a rinvigorire il tuo spirito, fin tanto che ti ha infuso la Sua Carità, quale tua vitale e perfetta salute”. Continua a leggere

13 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

nella IVD, rivolgendosi a Filotea, Francesco di Sales dice una cosa che lascia sconcertati: “Ti dico di amare l’abiezione sempre e in tutto”. Francesco, ma cosa dici? Nella nostra lingua (e anche nella tua) il termine “abiezione” indica qualcosa di assolutamente negativo come la degradazione morale, fino ad arrivare alla depravazione! Come puoi consigliarci di amarla? Continua a leggere

11 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

oggi la Chiesa Universale e quella dell’Europa cattolica in particolare, celebra la festa di San Benedetto Abate. Benedetto, nasce a Norcia intorno al 480 d.C., da una famiglia benestante. Dopo la morte della madre, insieme alla sorella Scolastica (che diverrà anch’essa santa), è inviato a Roma per compiere gli studi. Ha solo dodici anni, ma si rende ben presto conto dell’ambiente dissoluto della città. Continua a leggere

10 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

diciamocelo chiaramente: quanto ci piacerebbe essere perfetti! Gesù stesso, rivolto ai suoi discepoli ha detto: «Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro che è nei cieli»(Mt 5,48). Ci guardiamo allo specchio e ci accorgiamo delle nostre imperfezioni fisiche; guardando dentro di noi, peggio ancora, vediamo quelle spirituali. E se volgiamo lo sguardo verso gli altri…ahi,ahi,ahi! Sembra quasi che il Signore ci abbia lanciato una sfida impossibile. Continua a leggere

9 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

vi sarete certamente accorti che ognuno di noi, o quasi, passa gran parte della propria giornata, potremo dire della stessa nostra vita, a correre e ad agitarci per tantissime cose. Arrivando a sera, il più delle volte, siamo esausti e nervosi con tutti. Certamente, tanti nostri affanni, sono giustificati dal ritmo stesso della vita, ma attenti a non esagerare. Nel Vangelo di Luca (10,38-42), Gesù rimprovera benevolmente Marta tutta indaffarata, probabilmente, a preparare il pranzo, o la cena, per onorare l’amico ospite, mentre Maria, sua sorella, seduta ai piedi del Maestro, ascolta le sue parole. Continua a leggere

8 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

nel “Barbiere di Siviglia”, opera lirica di Gioacchino Rossini, uno dei personaggi canta una “cavatina” dal titolo “La calunnia è un venticello”, leggero, sottile, che si insinua nella mente delle persone, fino a diventare una specie di uragano che distrugge la reputazione del calunniato. Molto simili a questa sono la mormorazione, la maldicenza, i giudizi temerari. Quante volte Papa Francesco ha denunciato questo “malcostume” anche all’interno della Chiesa? Continua a leggere

7 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

in tanti anni di sacerdozio non si contano le volte che, in diverse occasioni, abbiamo ripetuto che il Signore, per unirci a Lui, ci offre delle strade preferenziali…delle autostrade: la lettura e la meditazione della Sua Parola, la preghiera e la frequenza ai Sacramenti. La Parola ci mette in ascolto, la preghiera diventa dialogo, i sacramenti ci aprono alla comunione piena con Lui. In modo particolare Francesco di Sales, nei “Trattenimenti”, parlando alle suore della Visitazione, si sofferma su due Sacramenti, la Penitenza e l’Eucarestia e sul come prepararsi a riceverli. Continua a leggere

6 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

una delle cose di cui tutti siamo carenti è la pazienza e in un mondo che va sempre di fretta, troppo di fretta, sembra essere diventata un qualche cosa di improponibile. Nell’IVD Francesco di Sales dice: “Dominare la propria anima è la massima aspirazione dell’uomo e il dominio dell’anima è commisurato al livello della pazienza”. E in una lettera alla Chantal scrive: “L’effetto della pazienza è quello possedere bene la propria anima…e la pazienza è tanto più perfetta quanto più è libera dall’inquietitudine e dalla fretta”.  Continua a leggere

4 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

un giorno un uomo di avvicinò a Gesù per chiedergli cosa dovesse fare per avere la vita eterna. Gesù rispose che doveva osservare i comandamenti. Il tale, forse un giovane, disse che si era sempre impegnato in questo; cosa dunque poteva fare di più? E Gesù: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro in cielo; poi vieni e seguimi». Ma il giovane, che aveva molte ricchezze, se ne andò triste. Continua a leggere

3 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

Francesco di Sales, in una Esortazione sulla “comunità”, tira “in ballo” San Tommaso Apostolo di cui oggi ricorre la festa liturgica. E’ l’uomo “incredulo” che diventa colui che per primo afferma la divinità del Cristo. Che strano accostamento! Ma vedremo che nel pensiero del Salesio, non è poi così strano. Nell’omelia “on line” della seconda domenica di Pasqua, in pieno lockdown, dicevamo che “Tommaso è un uomo con la testa sul collo e i piedi per terra e non è il tipo che si lascia andare a facili entusiasmi”. Continua a leggere

2 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

San Francesco di Sales, nei suoi scritti, fa spesso ricorso ad esempi presi dalla natura con un occhio particolare alla “Naturalis Historia” (Osservazione della natura) scritta da Plinio il Vecchio, nel I secolo d.C., morto durante l’eruzione del Vesuvio dl 79 d.C. Parlando delle “miserie” umane dovute alla sofferenza e alla malattia, al dovere di curarsi e comunque accettare tutto per amore di Dio, nella IVD (Filotea) scrive: Continua a leggere

1 luglio 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

“Vi lascio la pace, vi do la mia pace” (Gv 14,27a). Gesù, nel lungo discorso di addio ai suoi Apostoli, pronuncia questa frase che, ancora oggi, ripetiamo durante la celebrazione dell’Eucarestia. Il Signore non parla solo della pace esteriore, data dall’assenza di guerra dichiarata, ma della pace vera, quella che prima di tutto va ricercata in noi stessi e che soltanto lui può dare. Continua a leggere

30 giugno 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

forse non tutti sanno che tra Francesco di Sales e il suo contemporaneo San Vincent de Paul (in italiano Vincenzo de’ Paoli), il grande santo della Carità, ci fu un vincolo di grande amicizia e stima reciproca. A questo proposito, Padre Mario Di Carlo, un padre vincenziano che in molte occasioni ci ha affiancato nella celebrazione dell’Eucarestia domenicale, ci ha fatto pervenire un suo articolo dove viene riportato un passaggio di una conferenza che Vincenzo tenne ai suoi “missionari” e che riassume molto bene ciò che di Francesco lo aveva affascinato e conquistato: “Egli era la persona più dolce e più benigna che mai abbia conosciuto. Continua a leggere

29 giugno 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

oggi la Chiesa Universale celebra la Solennità dei Santi Pietro e Paolo e per la sola Diocesi Roma, dal 1986, è anche festa di precetto…Dunque speriamo di vedervi a messa. Inoltre i due santi sono i Patroni Principali di Roma, città nella quale, durante la persecuzione di Nerone, hanno subito il martirio. Nella già citata raccolta A.S. della Visitazione di Santa Maria, si dice che il 29 giugno 1593 il prevosto Francesco di Sales, su invito del suo vescovo Monsignor de Granier, al quale succederà come Vescovo di Ginevra, fece una “predica” in occasione di questa festa dei due apostoli. Continua a leggere

27 giugno 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

citando un Sermone di San Bernardo (1090-1153), Francesco di Sales riporta questa affermazione del grande abate di Claivaux: “La tua anima, o uomo, è molto estesa, e nessuna cosa, tranne Dio, la può riempire”. E a conferma di questa, in una “Esortazione” del 1618 dice: “Se ne ha una dimostrazione in Alessandro detto il Grande, il quale dopo aver sottomesso al suo dominio quasi tutta la terra, non fu soddisfatto; infatti, avendogli fatto credere, un filosofo pazzo, che esistevano altri mondi oltre al nostro, si mise a piangere perché si rendeva conto di non poterli conquistare”. Continua a leggere

26 giugno 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

nel messaggio di venerdì scorso 19 giugno, Solennità del Sacro Cuore di Gesù, facevamo menzione, brevemente, della memoria del giorno successivo dedicato al Cuore Immacolato di Maria. Francesco di Sales, pur essendo un eccellente teologo e Dottore della Chiesa, ama, nei suoi scritti e nel parlare alla gente, immaginare certe scene evangeliche e darne, sempre nel pieno rispetto del testo, una lettura che vorremmo definire “viscerale”. Continua a leggere