26 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

In primo piano

Carissimi,

Francesco di Sales ci fa partecipi di una seconda considerazione che sembra voler addolcire quanto ha detto in precedenza, forse ripensando alle parole del Signore che afferma: “Se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli (Mt 18,3)”. Dice, infatti: “Queste emozioni e dolcezze affettuose, qualche volta possono anche risultare utili perché provocano nell’anima il desiderio della devozione, danno conforto allo spirito, aggiungono alla presenza della devozione una santa gioia e una serena allegria che rende le nostre azioni spigliate e piacevoli anche esteriormente.” Continua a leggere

25 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

riprendiamo il discorso che ieri avevamo sospeso, con una domanda: di fronte alle prove della vita, la devozione “passeggera” che fine fa? Nella quarta sezione del capitolo che stiamo affrontando, Francesco di Sales dice chiaramente che molti, quando giunge la prova “assomigliano ai temporali passeggeri di una estate molto calda, allorché cadono sulla terra grossi goccioloni senza penetrare in profondità e sono utili soltanto a far crescere funghi; infatti tutte quelle lacrime e tutte quelle tenerezze cadono su un cuore vizioso e non lo penetrano, per cui non gli sono di alcun giovamento.” Continua a leggere

24 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

“Oltre a questi insegnamenti di carattere generale, abbiamo bisogno di qualche indicazione specifica”. Francesco di Sales, anticipando qualche nostra “ipotetica” richiesta di spiegazioni, per essere più diretto ed esplicito, sempre in questo capitolo, ci offre alcune considerazioni che, oggi, cominceremo a leggere. Ribadendo un concetto già espresso, dice: “Ripeto che la devozione non consiste nella dolcezza, soavità, consolazione e tenerezza sensibile del cuore, che ci porta alle lacrime e ai sospiri e ci dà una certa gradevole e sensibile emozione in qualche esercizio di pietà. Continua a leggere

23 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

siamo alla seconda sezione del XIII capitolo. Il discorso di Francesco, così entusiasmante all’inizio, comincia a prendere una piega diversa. Siamo partiti col “mare calmo e il vento in poppa”, ma qualcosa può sempre intralciare la navigazione. Che fare? Dice: “Anche se tutto dovesse capovolgersi, non soltanto intorno a noi, ma anche dentro di noi, nonostante tutto, per sempre e costantemente, la punta del nostro cuore, il nostro spirito, la nostra volontà superiore, che è la nostra bussola, deve guardare senza sosta e tendere stabilmente verso l’amore di Dio suo Creatore, suo Salvatore, suo unico e supremo bene.” Continua a leggere

22 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

dopo aver celebrato ieri la Solennità di Cristo Re dell’universo ed aver invocato la sua grande misericordia per questo nostro povero mondo sempre più allo “sbando”, oggi cominciamo a leggere il capitolo XIII della quarta parte di Filotea intitolato “Le consolazioni spirituali e sensibili e come bisogna comportarsi con esse”. E’ un capitolo molto lungo e impegnativo che occuperà diversi incontri e che si apre con una bellissima riflessione di San Francesco di Sales sulla bellezza del mondo: Continua a leggere

EMERGENZA COVID: Celebrazioni e Ufficio

In primo piano

Tutta la comunità è invitata a RISPETTARE LE REGOLE di buon senso riportate nella locandina che potete visualizzare cliccando sull’immagine o scaricarla cliccando qui.

In questo periodo di emergenza, l’UFFICIO PARROCCHIALE sarà APERTO SOLO SU APPUNTAMENTO chiamando il numero 06 23236295.

20 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

a conclusione del XII capitolo Francesco di Sales suggerisce anche degli atti esteriori per combattere la tristezza interiore: “Compi atti esteriori di fervore, anche se non ci trovi alcuna attrattiva: abbraccia il Crocifisso stringendolo al cuore, baciagli i piedi e le mani, alza gli occhi e le mani al cielo, indirizza la tua Voce a Dio con parole di amore e di fiducia simili a queste: Il mio Amore è mio e io sono sua. Il mio Amore è come un mazzetto di mirra che riposa sul mio seno Continua a leggere

19 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

siamo alla seconda sezione del capitolo XII dedicato alla tristezza che Francesco di Sales chiama “cattiva” in quanto frutto di tentazione che ci fa correre il rischio di allontanarci da Dio. Citando un brano della lettera di San Giacomo che invita alla preghiera (5,13), asserisce che “è il rimedio più efficace perché innalza lo spirito a Dio, nostra unica gioia e consolazione; nella preghiera poi, serviti di affetti e parole interiori ed esteriori, che portano alla fiducia e all’amore di Dio, Continua a leggere

18 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

se l’agitazione, come abbiamo visto nel capitolo precedente, è spesso causa di malessere interiore, la “tristezza”, di cui ci parlerà Francesco di Sales in questo XII capitolo, non è da meno. Non parla tanto di quello stato d’animo, dal quale nessuno di noi è esente, riconducibile ad un particolare dolore per la perdita di qualcuno (o qualcosa) o ad un reale disagio reale particolarmente difficile, quanto di quella tristezza che, secondo la sua origine, può essere buona o cattiva. Continua a leggere

17 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

la terza ed ultima sezione dell’ XI capitolo si apre con una citazione del Salmo 119 in cui il re Davide afferma che, anche nei momenti difficili, non ha mai dimenticato la legge di Dio e Francesco di Sales, prendendo spunto da questo, ci invita a riflettere “più di una volta al giorno, ma almeno sera e mattina, se è vero che hai il dominio della tua anima; esaminati per renderti conto se non te l’abbia sottratta qualche passione o l’agitazione. Mantieni il cuore ai tuoi ordini, oppure ti è sfuggito di mano per impegolarsi in qualche passione sregolata di amore, di odio, di invidia, di ingordigia, di paura, di noia, di gioia?” Continua a leggere

16 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

una delle malattie moderne più comuni e che spesso compromettono la salute del corpo e dello spirito è quella che chiamiamo, con un “simpatico” termine inglese, “stress”. Non crediamo sia necessario spiegare che cosa sia visto che, chi più chi meno, per tanti motivi, tutti soffriamo di questa sindrome. Siamo, però, convinti che esista anche una sorta di “stress” dell’anima che Francesco, chiama “inquietitude” (P. Balboni lo traduce con il termine “agitazione”) e che definisce come “uno dei mali peggiori che possa colpire l’anima, eccettuato il peccato”. Continua a leggere

15 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

nel capitolo XI che iniziamo oggi e in quello successivo, Francesco di Sales ci parla di alcuni stati d’animo, a volte indipendenti dalla nostra volontà, che influiscono non poco sulle nostre capacità spirituali e materiali. Il primo è l’agitazione che ” non è una semplice tentazione, ma una fonte dalla quale e a causa della quale ci vengono molte tentazioni”; l’altro è la tristezza e cioè: “la sofferenza di spirito che noi proviamo per il male che si trova in noi contro la nostra volontà, sia che si tratti di un male esteriore, come povertà, malattia, disprezzo, oppure anche interiore, come ignoranza, aridità, ripugnanza, tentazione.” Continua a leggere

13 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

dopo la tentazione della vanità, nella seconda parte del capitolo X, Francesco di Sales ci mette in guardia contro il vizio capitale dell’avarizia che, molto spesso, nell’attaccamento ai beni della terra, fa perdere di vista quelli del cielo. Nel Vangelo troviamo diversi richiami di Gesù in questo senso; ne citiamo solo uno (Mt 6, 19-21): “Non accumulatevi tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulatevi invece tesori nel cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano. Continua a leggere

12 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

seguendo gli insegnamenti di Francesco di Sales, più volte ci siamo sentiti dire che le tentazioni, grandi o piccole, sono sempre in agguato e visto che possono anche presentarsi mascherate da “buone intenzioni”, c’è bisogno di stare sempre “sul chi vive”. Nel capitolo X ci viene suggerito “Come fortificare il nostro cuore contro la tentazione”. Il Nostro ci esorta: “Ogni tanto dà uno sguardo alla tua anima per vedere quali sono le passioni che più vi spadroneggiano; una volta scoperte, imposta la tua vita in modo esattamente contrario nei pensieri, nelle parole, nelle azioni.” Continua a leggere

11 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

forse qualcuno tra voi avrà sentito parlare (forse anche letto) di un testo scritto da Lorenzo Scupoli (1530-1610) dal titolo “Il combattimento spirituale”. E’ un classico della spiritualità cattolica e anche se ha qualche annetto, come la nostra Filotea, è sempre attuale: profondo e, al tempo stesso, pratico, senza troppi “fronzoli” filosofici; un testo adatto a tutti e in modo particolare a chi si vuole fortificare nella lotta spirituale contro le tentazioni e le lusinghe del mondo. Secondo qualche biografo è uno degli scrittori preferiti di San Francesco di Sales. Continua a leggere

10 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

“Come rimediare alle piccole tentazioni” è il titolo del IX capitolo del quale oggi affrontiamo la prima sezione. Quali possono essere queste “piccole tentazioni”? Francesco di Sales ne nomina alcune ma, ne siamo certi, ognuno di noi, attraverso la propria esperienza personale, ne potrebbe aggiungere altre. Dice: “Quanto alle piccole tentazioni di vanità, di sospetto, di tristezza, di gelosia, di invidia, di passioncelle e simili trabocchetti che, come mosche e moscerini, ci volano davanti agli occhi e ci pungono ora sulla guancia, ora sul naso, non ci è dato di liberarci completamente dal loro fastidio; Continua a leggere

9 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

nella seconda ed ultima sezione del capitolo VIII, Francesco di Sales vuole sottolineare che anche le piccole “cadute” possono e debbono essere evitate; una sorta di allenamento per poter resistere a quelle più “grandi”. Portando alcuni esempi dice: “E’ abbastanza facile non profanare il letto matrimoniale, ma non altrettanto non compromettere l’amore matrimoniale; è facile non rubare i beni altrui, non altrettanto non corteggiarli e non desiderarli; è molto facile non portare falsa testimonianza in tribunale, non altrettanto non mentire in conversazione Continua a leggere

8 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

l’apprendimento di tutto ciò che sappiamo e facciamo ha avuto origine da piccoli passi ed immancabili piccoli “insuccessi”. Muovendo i primi passi, quante volte siamo finiti col “sedere per terra”? Quante volte ci siamo impiastrati il viso cercando di portare il cibo alla bocca? Poi, con l’aiuto dei nostri genitori e col tempo, abbiamo imparato a superare tutte queste piccole difficoltà e…ne abbiamo incontrate di più grandi. Nell’VIII capitolo Francesco di Sales ci dice che “Bisogna resistere alle piccole tentazioni” e questo per imparare, poi, a superare quelle più grandi. Continua a leggere

6 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

coloro che ci seguono sin dall’inizio di questa “avventura” nell’approfondimento del pensiero di San Francesco di Sales attraverso la Filotea (eravamo all’inizio di febbraio 2021),  ricorderanno che nel IV capitolo della Prima parte egli parla della “necessità di un direttore spirituale per entrare e progredire nella devozione”. Ebbene, nel brano odierno, che conclude il VII capitolo della Quarta parte,  torna a sottolineare questa necessità anche per combattere le tentazioni: Continua a leggere

5 Novembre 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

come certamente ricorderete il titolo generale della Quarta parte di Filotea è incentrato sui consigli contro le tentazioni più correnti. Nel capitolo VII che iniziamo oggi e che divideremo in due parti, Francesco di Sales vuole indicarci dei “Rimedi per le tentazioni gravi”. Questo significa che, a fronte di queste, ve ne sono anche di meno gravi delle quali ci parlerà più avanti. Il primo rimedio che ci viene suggerito è il seguente: “Appena avverti in te qualche tentazione, fa come i bambini quando scorgono il lupo o l’orso in campagna; si precipitano immediatamente tra le braccia del papà o della mamma e se non possono fare altro, strillano chiamandoli in aiuto. Continua a leggere