20 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

In primo piano

Carissimi

sin dall’inizio di questi nostri incontri, più volte abbiamo usato l’espressione “Storia della Salvezza”. E’ un concetto relativamente giovane introdotto nel linguaggio teologico nel XIX secolo e sta ad indicare tutti gli interventi salvifici di Dio, a cominciare dalla creazione, che non si limita alla sola storia del Popolo d’Israele ma, con la venuta del Salvatore, si allarga all’intera Umanità. Nel numero 153 Papa Francesco afferma: “Nemmeno la storia scompare. La preghiera, proprio perché si nutre del dono di Dio che si riversa nella nostra vita, dovrebbe essere sempre ricca di memoria. Continua a leggere

19 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

In primo piano

Carissimi

nel discorso ai partecipanti a V Convegno nazionale della Chiesa Cattolica (Firenze 10 nov. 2015), il Papa ricordava che “ «è la contemplazione del volto di Gesù morto e risorto che ricompone la nostra umanità, anche quella frammentata per le fatiche della vita, o segnata dal peccato. Non dobbiamo addomesticare la potenza del volto di Cristo»”. Non possiamo trascurare il fatto che forte è la tentazione di “costruirci” un cristianesimo fatto su misura e modellato secondo le nostre umane esigenze. Continua a leggere

18 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

San Francesco di Sales ci ha insegnato che in ogni momento della nostra giornata, durante qualsiasi attività, è possibile fissare la mente in Dio, rivolgergli una breve preghiera, affidargli ciò che stiamo facendo, senza trascurare i momenti di “solitudine orante”. Sottolinea Papa Francesco: “Ciò nonostante,  perché questo sia possibile, sono necessari anche alcuni momenti dedicati solo a Dio, in solitudine con Lui”. Continua a leggere

17 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

in tutta la seconda parte della Filotea, se ben ricordate, San Francesco di Sales ci ha offerto dei “consigli per l’elevazione dell’anima a Dio per mezzo della preghiera e dei sacramenti”. Il Papa dedica questa sezione del quarto capitolo della G.E. allo stesso argomento: la preghiera e dice: “Malgrado sembri ovvio, ricordiamo che la santità è fatta di apertura abituale alla trascendenza, che si esprime nella preghiera e nell’adorazione. Continua a leggere

Ritorna la Consulenza legale gratuita

In primo piano

Da Venerdì 20 Maggio riprende il servizio di consulenza gratuita offerto dalla Parrocchia San Francesco di Sales grazie alla disponibilità dell’ Avv. Anna BARONE, tutti i venerdì dalle 16,30 alle 17,30 presso gli uffici parrocchiali. Per sicurezza è sempre meglio contattare l’ufficio parrocchiale negli orari di apertura.

16 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

se ben ricordate, Francesco di Sales, nella terza parte della Filotea, ci metteva in guardia dall’ansia, dall’apprensione e dalla fretta eccessiva, tutte cose che ci fanno correre il rischio di far passare inosservate quelle piccole attenzioni che rendono qualsiasi tipo di comunità…più comunità. Citando l’Esortazione apostolica “Amoris laetitia”, (2016), il Papa ci ricorda le tre parole-chiave “permesso, grazie, scusa” asserendo che «le parole adatte, dette al momento giusto, proteggono e alimentano l’amore giorno dopo giorno». Continua a leggere

EMERGENZA COVID: Celebrazioni e Ufficio

In primo piano

Tutta la comunità è invitata a RISPETTARE LE REGOLE di buon senso riportate nella locandina che potete visualizzare cliccando sull’immagine o scaricarla cliccando qui.

Dal 1° Aprile non ci sono più limiti per capienza e obbligo di distanziamento ma sempre meglio evitare contatti e si consiglia l’uso delle mascherine FFP2.

Dal 1° Maggio l’UFFICIO PARROCCHIALE tornerà ad essere APERTO nell’orario consueto.

14 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

ogni tipo di vita comunitaria, religiosa, parrocchiale e anche familiare, è arricchita da piccoli particolari, piccole attenzioni, piccoli gesti che la rendono più viva, gradevole, e nella loro semplicità, più autentica. Il Papa, nel numero 144, ci ricorda “come Gesù invitava i suoi discepoli a fare attenzione ai particolari”, che potrebbero sembrare insignificanti, ma non lo sono affatto. Continua a leggere

13 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

un vecchio inno mariano diceva: “Il 13 maggio apparve Maria a tre pastorelli in Cova d’Iria”. E alla Vergine Santa di Fatima vogliamo affidare la nostra riflessione odierna. Il numero 142 della G.E. inizia con una citazione del documento sulla Vita Consacrata (1996) di San Giovanni Paolo II: “La comunità è chiamata a creare quello «spazio teologale in cui si può sperimentare la mistica presenza del Signore risorto»”. Continua a leggere

12 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

iniziamo oggi la quarta sezione del quarto capitolo della G.E. che ci chiama a riflettere su una realtà che, in diversi modi, tutti noi viviamo: la comunità. Se ricordate, San Francesco di Sales, nella seconda parte di Filotea, afferma in modo deciso che Dio dà la preferenza assoluta agli atti di comunità su quelli privati. Tale pensiero è ripreso da Papa Francesco quando dice: “E’ molto difficile lottare contro la propria concupiscenza e contro le insidie e tentazioni del demonio e del mondo egoista se siamo isolati. Continua a leggere

11 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

qualcuno ha affermato che l’uomo è un “animale” che vive di abitudini, si affeziona ai luoghi e detesta i cambiamenti. Non è questo il luogo per entrare nel merito di tale affermazione, ma una cosa è certa: scrollarsi di dosso le abitudini è difficile e lo è ancor di più quando questo è riferito alla vita di fede. Essere cristiani per abitudine…Che tristezza! Afferma Papa Francesco: “L’abitudine ci seduce e ci dice che non ha senso cercare di cambiare le cose, che non possiamo far nulla di fronte a questa situazione, che è sempre stato così e che tuttavia siamo andati avanti. Continua a leggere

10 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

il mondo è sempre attratto dalla “novità”, dalle innovazioni nei vari campi, scientifici, tecnologici, artistici, ecc. L’unica novità che sembra non avere lo stesso successo dell’ultimo film, artista, ballo o del modello più recente e “fico” di smarphone e “aggeggi” del genere, è Dio. Eppure, dice il Papa: “Dio è sempre novità, che ci spinge continuamente a ripartire e a cambiare posto per andare oltre il conosciuto, verso le periferie e le frontiere”. Continua a leggere

9 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

la mancanza di “parresìa”, cioè di fervore, di coraggio, che già denunciava San Paolo VI nel lontano 1975, oltre ad influire sulla vita della Chiesa, e il calo delle vocazioni e la poca perseveranza nella vita di fede ne sono un segnale inequivocabile e preoccupante, tocca anche la vita sociale: pensiamo a quante giovani coppie preferiscono la convivenza al matrimonio (anche solo civile) che è senz’altro meno impegnativa da molti punti di vista. Continua a leggere

7 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

nei vangeli sinottici (Matteo, Marco e Luca) per otto volte appare il termine “compassione”. Ma, potreste chiedere, che cosa c’entra questo con la parresìa di cui abbiamo parlato? Cerchiamo di capirlo insieme seguendo ciò che ci suggerisce la G.E.: “Guardiamo a Gesù: la sua compassione profonda non era qualcosa che lo concentrasse su di sé, non era una compassione paralizzante, timida o piena di vergogna come molte volte succede a noi, ma tutto il contrario”. Continua a leggere

6 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

oggi cominciamo una nuova sezione del quarto capitolo della “Gaudete et exsultate” dal titolo “Audacia e fervore” ed incontriamo un termine, sconosciuto ai più, PARRESIA. Ma che vòr di’? Non vi spaventate…E’ un termine derivante dal greco che, nel linguaggio della Chiesa indica, appunto, il fervore, l’audacia, il coraggio, l’entusiasmo della testimonianza cristiana. Questa parola che nell’antica Grecia indicava il poter parlare con libertà, diventa per noi sinonimo di santità. Continua a leggere

5 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

dove sta scritto che Dio Padre chiede solo sacrifici a noi suoi figli? Molte persone la pensano in questo modo, ma la G.E. dice, citando il libro del Siracide: “Il suo amore paterno ci invita: «Figlio, […] trattati bene […]. Non privarti di un giorno felice» (Sir 14,11.14)”. E di seguito aggiunge, con nostra esultanza: “Ci vuole positivi, grati e non troppo complicati: «Nel giorno lieto sta’ allegro […]”. Continua a leggere

4 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

chi di noi non ha mai avuto momenti difficili? Le difficoltà, di vario genere, sono sempre in agguato e, forse, qualche volta abbiamo dubitato della vicinanza di Dio…poi ci siamo accorti che non è così. A tale proposito la G.E. dice: “Ci sono momenti duri, tempi di croce, ma niente può distruggere la gioia soprannaturale, che «si adatta e si trasforma, e sempre rimane almeno come uno spiraglio di luce che nasce dalla certezza personale di essere infinitamente amato, al di là di tutto»”. Continua a leggere

3 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

il verbo “esultare”, in tutte le sue “varianti”, ricorre molto spesso anche nel Nuovo Testamento per descrivere lo stato d’animo della folla che seguiva il Maestro e, dopo di Lui, gli Apostoli. Ma quella che ci colpisce di più è la gioia che riempie il cuore della Vergine così come dice il suo stesso cantico; esultanza travolgente e “contagiosa” che coinvolge il Precursore ancora nel grembo materno (Lc 1,44). Continua a leggere

2 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

“Gioia e senso dell’umorismo” è il titolo della seconda sezione del capitolo quarto. Abbiamo avuto già occasione di dire, e la G.E. ce ne dà conferma, che rispondere alla chiamata alla santità non comporta una vita da “musoni”, tutt’altro: “Quanto detto finora non implica uno spirito inibito, triste, acido, malinconico, o un basso profilo senza energia. Il santo è capace di vivere con gioia e senso dell’umorismo. Senza perdere il realismo, illumina gli altri con uno spirito positivo e ricco di speranza”. Continua a leggere