2 Marzo 2021: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

Gesù ha detto: “Così vi dico, c’è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte”(Lc 15,10). Il Signore, davanti a chi chiede perdono, non fa dunque distinzione tra piccoli e grandi peccatori. Ha perdonato e perdona tutti con la sola condizione del pentimento e dell’impegno ad incamminarsi sulla via della conversione. Francesco di Sales a conclusione della “prima purificazione” dice: “Fatta la promessa, rimani molto attenta e apri bene il cuore per ascoltare con tutta l’anima le parole di assoluzione che il Salvatore della tua anima, assiso sul trono della misericordia, pronuncerà lassù in Cielo, davanti agli Angeli e ai Santi, nello stesso istante in cui, in suo nome, il sacerdote ti assolverà quaggiù in terra.” Ma ci avete mai pensato? Il Salvatore stesso, alla presenza degli Angeli e dei Santi, in quello stesso momento si rivolge a noi dicendo: Io ti assolvo dai tuoi peccati. Questo nostro atto di umiliazione, questo nostro impegno a tenerci lontano dal male, “scatenerà” una festa in cielo: “La schiera dei Beati gioisce per la tua felicità e canta il cantico spirituale di una gioia che non ha confronti; tutti ti accolgono e abbracciano il tuo cuore che ha ritrovato la grazia e la santità.” Questo scambio meraviglioso Francesco, ironicamente, lo chiama “contratto” dicendo: “È un ottimo contratto, Filotea: tu doni ora te stessa alla Maestà di Dio e ottieni in cambio che Egli si doni a te per l’eternità… Così la tua anima sarà libera dal peccato e da tutti gli affetti al peccato.” Ma, prosegue il Salesio “certi affetti e difetti rispuntano facilmente nell’anima”. Quanto è vero questo! Quante volte, nell’amministrare il Sacramento della Riconciliazione sentiamo dire: “I miei peccati sono sempre gli stessi…Cosa devo fare?” Francesco stesso ci fornisce la risposta: “Io ti darò dei consigli: se li segui ti terrai lontana dal peccato mortale e dai suoi affetti così mai più il peccato avrà posto nel tuo cuore. Visto poi che gli stessi consigli sono utili anche per una purificazione più radicale, prima di darteli, voglio spendere qualche parola per chiarirti che cosa intendo per purezza totale, che è quella alla quale desidero guidarti.”

 Perciò un po’ di pazienza fino a domani e non scoraggiamoci. La strada che porta alla conversione è lunga e, spesso faticosa. Ma il Signore è sempre pronto a percorrerla con noi; ci guida, ci accompagna, ci sostiene e, senza mai stancarsi, ci rialza quando cadiamo.

Preghiamo

Signore, ancora una volta, ci mettiamo davanti a te per chiedere il Tuo aiuto, il tuo sostegno, la tua guida. Dobbiamo combattere contro le nostre infermità spirituali e contro tutto ciò che si oppone al Tuo amore. Infondi in noi la forza del Tuo Spirito. Amen.

Ed oggi proviamo ad individuare qualche piccola “infermità” da eliminare nella nostra giornata. Un saluto a tutti,

PG&PGR

I commenti sono chiusi.