26 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

pensiamo che nessuno di noi possa negare che l’animo umano è in continuo combattimento tra il bene e il male. Il nostro impegno, come cristiani, deve, evidentemente conquistare il primo ed evitare l’altro. Dice il saggio Francesco: “Se il bene è considerato in se stesso, secondo la sua naturale bontà, dà origine all’amore, prima e principale passione; se il bene viene considerato in quanto mancante, provoca il desiderio; se si pensa di poter raggiungere il bene desiderato, nasce in noi la speranza; se si pensa di non poterlo ottenere, ci spinge alla disperazione; quando poi lo si possiede come presente, produce in noi la gioia”. Approfondisci

24 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

vista la sua ampiezza e suoi contenuti, dividiamo in due parti il terzo capitolo dal titolo “In che modo la volontà governa l’appetito sensuale” che potremmo tradurre anche con “desideri dei sensi o mondani”. Francesco chiama in causa la memoria, l’intelletto (ragione) e la fantasia che dovrebbero essere “coordinate” dalla volontà che non sempre riesce nel suo intento “proprio come il padre di famiglia che non viene sempre obbedito dai figli e dai domestici”. Quanti tra voi sono genitori sanno bene di cosa stiamo parlando. Nell’esempio dei buoni genitori rappresentano la volontà, la buona volontà; l’appetito sensuale è quello “spirito di libertà e indipendenza” che tanti figli cercano e che, spesso, li portano a prendere vie sbagliate. Approfondisci

23 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

scrive il Nostro all’inizio del secondo capitolo del primo libro: “Il padre di famiglia dirige la moglie, i figli ed i domestici per mezzo dei suoi ordini e dei suoi comandi, a cui essi sono tenuti ad ubbidire, pur essendo liberi di non farlo; gli schiavi e i servi si governano con la forza, alla quale essi non hanno alcun potere di resistere; i cavalli invece, i buoi ed i muli si maneggiano con la destrezza, legandoli, imbrigliandoli, speronandoli, chiudendoli, lasciandoli liberi”. Approfondisci

22 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

apriamo con oggi il primo libro del Trattato dell’Amor di Dio che “contiene una preparazione a tutto il Trattato” e affrontiamo il primo capitolo il cui sottotitolo è “Come per la bellezza della natura umana, Dio abbia dato alla volontà il governo di tutte le facoltà dell’anima”. E’ molto bello questo riferimento alla “bellezza” della nostra natura… Dice il de Sales: “L’unione nella distinzione costituisce l’ordine; l’ordine produce l’armonia e la proporzione; la convenienza nelle cose intere e complete realizza la bellezza”. Per farsi capire meglio il Nostro si serve di un esempio tratto dall’ambiente militare: Approfondisci

21 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

l’intento di Francesco di Sales, nel suo TAD, è descritto nella Prefazione che vogliamo, in modo molto sintetico, sottoporre alla vostra attenzione in questo incontro. Alla base del testo primeggia il libro biblico del Cantico dei Cantici dove è descritto in modo poetico l’amore della Sposa per il suo Sposo: la sposa è la Chiesa, lo Sposo è Dio stesso. Dice il de Sales: “Lo Spirito Santo insegna che le labbra della sposa divina, cioè della Chiesa, sono simili allo scarlatto ed al favo che stilla miele, perché si sappia che tutta la dottrina da essa insegnata consiste nell’amore divino, il quale è più rosso dello scarlatto per il sangue dello sposo che l’infiamma, ed è più dolce del miele per la soavità del diletto che lo colma di delizie”. Approfondisci

20 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

PREGHIERA DEDICATORIA
O santissima Madre di Dio, vaso di incomparabile elezione, regina del supremo amore, tu sei la più amabile, la più amante e la più amata di tutte le creature. L’amore del Padre celeste si compiacque in te da tutta l’eternità, destinando il tuo casto cuore alla perfezione del santo amore, affinché un giorno fossi in grado di amare il suo unico Figlio con l’unico amore materno, come egli l’amava eternamente con l’unico amore paterno. O Gesù, mio Salvatore, a chi posso io meglio dedicare ciò che sto per dire del tuo amore, che al cuore amabilissimo della prediletta della tua anima? Approfondisci

19 Settembre 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Ben trovati carissimi amici e carissime amiche, vicini e lontani. Speriamo che questi 81 giorni non abbiano affievolito ma, piuttosto rinforzato, la voglia di stare insieme sulla scia di San Francesco di Sales. Ci accingiamo ad affrontare la sua opera maggiore che egli ha voluto chiamare “Trattato dell’Amor di Dio”, conosciuta anche come “Teòtimo”, cioè “Timorato (leggi amante) di Dio”. Per presentarvelo brevemente prendiamo in prestito le parole di Padre Ruggero Balboni, il grande vecchio, che dice: Approfondisci

30 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

nel giorno in cui la Chiesa celebra i Primi martiri della Chiesa di Roma, vittime della persecuzione scatenata dal folle Nerone giungiamo alla conclusione dell’Enciclica che ha impegnato tutto il mese di giugno e a questo punto dobbiamo necessariamente farci una domanda: ma noi, come cristiani del terzo millennio, quando facciamo la professione di fede, ci sentiamo veramente coinvolti in essa? Approfondisci

29 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

Papa Francesco dedica gli ultimi numeri dell’Enciclica “Lumen Fidei” alla Vergine Maria, colei che, lasciandosi illuminare dalla fede, ne è diventata l’icona perfetta, come esclama Santa Elisabetta: «Beata colei che ha creduto» (Lc 1,45). Al numero 58 si dice: “In Maria, Figlia di Sion, si compie la lunga storia di fede dell’Antico Testamento, con il racconto di tante donne fedeli, a cominciare da Sara[…] Approfondisci

28 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

il discorso sulla consolazione che viene dalla fede non può certo farci dimenticare le sofferenze del mondo. Pensiamo alla pandemia con tutti i lutti che ha comportato e alla guerra in Ucraina con tutte le sue conseguenze. Cosa hanno provocato e provocano in noi questi fatti recenti? La L.F. dice che per “tanti uomini e donne di fede i sofferenti sono stati mediatori di luce”. Approfondisci

27 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

ciò che Papa Francesco dice, in questo numero, può essere considerato come una sorta di “preludio” a ciò che scriverà, a distanza di poco meno di due anni, nell’Enciclica “Laudato si’”. Ecco come esordisce: “La fede, inoltre, nel rivelarci l’amore di Dio Creatore, ci fa rispettare maggiormente la natura, facendoci riconoscere in essa una grammatica da Lui scritta e una dimora a noi affidata perché sia coltivata e custodita; Approfondisci

26 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

essendo quello della famiglia un tema fondamentale, il Papa vi si sofferma ancora ed esprime un “sogno”: “In famiglia, la fede accompagna tutte le età della vita, a cominciare dall’infanzia: i bambini imparano a fidarsi dell’amore dei loro genitori. Per questo è importante che i genitori coltivino pratiche comuni di fede nella famiglia, che accompagnino la maturazione della fede dei figli. Approfondisci

25 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

con l’incontro odierno, iniziamo il quarto ed ultimo capitolo della “Lumen Fidei” che prende il titolo da un versetto della Lettera agli Ebrei (11,16): “Dio prepara per loro una città”. Ma chi sono questi “loro”? Il Papa esordisce dicendo: “Nel presentare la storia dei Patriarchi e dei giusti dell’Antico Testamento, la Lettera agli Ebrei pone in rilievo un aspetto essenziale della loro fede. Approfondisci

22 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

ad un giornalista che chiedeva a Papa Benedetto XVI il perché la Chiesa battezza i bambini e se non sarebbe meglio attendere che, una volta cresciuti, fossero loro stessi a scegliere, egli prima di rispondere si informò se avesse dei figli. Ottenuta la risposta affermativa disse: “Ma ha chiesto loro il permesso per metterli al mondo?” E come la vita biologica è un dono che i genitori liberamente fanno ai loro figli, così la fede è un DONO gratuito che Dio, attraverso il Battesimo, fa a tutti i suoi figli. Approfondisci

21 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

“La trasmissione della fede avviene in primo luogo attraverso il Battesimo”. Questo è ciò che afferma il numero 41 della L.F. Certo che, guardando la realtà delle nostre Parrocchie, sarebbe stato meglio usare il condizionale “dovrebbe avvenire”. Ed in effetti, subito dopo aggiunge: “Potrebbe sembrare che il Battesimo sia solo un modo per simbolizzare la confessione di fede, un atto pedagogico per chi ha bisogno di immagini e gesti, ma da cui, in fondo, si potrebbe prescindere”. Approfondisci

20 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

il numero 39 si apre con questa affermazione: “E’ impossibile credere da soli”. La fede non può essere un rapporto isolato, individuale tra me e Dio, ma si deve necessariamente aprire alla dimensione comunitaria all’interno della “comunione della Chiesa”. La forma “dialogata” della professione di fede, propria della Liturgia Battesimale, ma spesso usata anche nella messa domenicale, ne è la dimostrazione. Approfondisci

19 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

iniziamo oggi il terzo capitolo della L.F. che ha come titolo un versetto della Prima lettera ai Corinti (15,3): Vi trasmetto quello che ho ricevuto”, e la prima sezione ci presenta “La Chiesa, madre della nostra fede”. Si parte dal presupposto che la fede è un dono e chi lo accoglie non lo fa solo per se stesso; essa si deve aprire ad un discorso ecclesiale, comunitario: “la parola ricevuta si fa risposta, confessione e, in questo modo, risuona per gli altri, invitandoli a credere”. Approfondisci

18 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

l’ultima sezione del secondo capitolo della L.F. ha come titolo “Fede e teologia”. Ma cosa è la teologia e in particolare la teologia cristiana? Molto sinteticamente rispondiamo che è “il sapere relativo a Dio, Uno e Trino, rivelatosi in Gesù Cristo”. Sentiamo cosa dice il Papa: “Poiché la fede è una luce, ci invita a inoltrarci in essa, a esplorare sempre di più l’orizzonte che illumina, per conoscere meglio ciò che amiamo. Da questo desiderio nasce la teologia cristiana”. Approfondisci

17 Giugno 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

così inizia il numero successivo: “La luce dell’amore, propria della fede, può illuminare gli interrogativi del nostro tempo sulla verità”. Potremmo chiederci: “che cos’è la verità?” E’ la domanda che Ponzio Pilato pone a Gesù (e forse anche a se stesso – Cfr. Gv 18,38). La verità oggi sembra ridotta “ad autenticità soggettiva del singolo, valida solo per la vita individuale”. Una verità comune, invece, spaventa: pensiamo ai regimi totalitaristi…Solo la verità dell’amore che porta all’incontro personale “con l’Altro e con gli altri” diventa un autentico bene comune. Approfondisci