14 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

In primo piano

Carissimi

ogni tipo di vita comunitaria, religiosa, parrocchiale e anche familiare, è arricchita da piccoli particolari, piccole attenzioni, piccoli gesti che la rendono più viva, gradevole, e nella loro semplicità, più autentica. Il Papa, nel numero 144, ci ricorda “come Gesù invitava i suoi discepoli a fare attenzione ai particolari”, che potrebbero sembrare insignificanti, ma non lo sono affatto. Continua a leggere

13 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

In primo piano

Carissimi

un vecchio inno mariano diceva: “Il 13 maggio apparve Maria a tre pastorelli in Cova d’Iria”. E alla Vergine Santa di Fatima vogliamo affidare la nostra riflessione odierna. Il numero 142 della G.E. inizia con una citazione del documento sulla Vita Consacrata (1996) di San Giovanni Paolo II: “La comunità è chiamata a creare quello «spazio teologale in cui si può sperimentare la mistica presenza del Signore risorto»”. Continua a leggere

12 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

In primo piano

Carissimi

iniziamo oggi la quarta sezione del quarto capitolo della G.E. che ci chiama a riflettere su una realtà che, in diversi modi, tutti noi viviamo: la comunità. Se ricordate, San Francesco di Sales, nella seconda parte di Filotea, afferma in modo deciso che Dio dà la preferenza assoluta agli atti di comunità su quelli privati. Tale pensiero è ripreso da Papa Francesco quando dice: “E’ molto difficile lottare contro la propria concupiscenza e contro le insidie e tentazioni del demonio e del mondo egoista se siamo isolati. Continua a leggere

11 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

qualcuno ha affermato che l’uomo è un “animale” che vive di abitudini, si affeziona ai luoghi e detesta i cambiamenti. Non è questo il luogo per entrare nel merito di tale affermazione, ma una cosa è certa: scrollarsi di dosso le abitudini è difficile e lo è ancor di più quando questo è riferito alla vita di fede. Essere cristiani per abitudine…Che tristezza! Afferma Papa Francesco: “L’abitudine ci seduce e ci dice che non ha senso cercare di cambiare le cose, che non possiamo far nulla di fronte a questa situazione, che è sempre stato così e che tuttavia siamo andati avanti. Continua a leggere

10 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

il mondo è sempre attratto dalla “novità”, dalle innovazioni nei vari campi, scientifici, tecnologici, artistici, ecc. L’unica novità che sembra non avere lo stesso successo dell’ultimo film, artista, ballo o del modello più recente e “fico” di smarphone e “aggeggi” del genere, è Dio. Eppure, dice il Papa: “Dio è sempre novità, che ci spinge continuamente a ripartire e a cambiare posto per andare oltre il conosciuto, verso le periferie e le frontiere”. Continua a leggere

9 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi

la mancanza di “parresìa”, cioè di fervore, di coraggio, che già denunciava San Paolo VI nel lontano 1975, oltre ad influire sulla vita della Chiesa, e il calo delle vocazioni e la poca perseveranza nella vita di fede ne sono un segnale inequivocabile e preoccupante, tocca anche la vita sociale: pensiamo a quante giovani coppie preferiscono la convivenza al matrimonio (anche solo civile) che è senz’altro meno impegnativa da molti punti di vista. Continua a leggere

7 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

nei vangeli sinottici (Matteo, Marco e Luca) per otto volte appare il termine “compassione”. Ma, potreste chiedere, che cosa c’entra questo con la parresìa di cui abbiamo parlato? Cerchiamo di capirlo insieme seguendo ciò che ci suggerisce la G.E.: “Guardiamo a Gesù: la sua compassione profonda non era qualcosa che lo concentrasse su di sé, non era una compassione paralizzante, timida o piena di vergogna come molte volte succede a noi, ma tutto il contrario”. Continua a leggere

6 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

oggi cominciamo una nuova sezione del quarto capitolo della “Gaudete et exsultate” dal titolo “Audacia e fervore” ed incontriamo un termine, sconosciuto ai più, PARRESIA. Ma che vòr di’? Non vi spaventate…E’ un termine derivante dal greco che, nel linguaggio della Chiesa indica, appunto, il fervore, l’audacia, il coraggio, l’entusiasmo della testimonianza cristiana. Questa parola che nell’antica Grecia indicava il poter parlare con libertà, diventa per noi sinonimo di santità. Continua a leggere

5 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

dove sta scritto che Dio Padre chiede solo sacrifici a noi suoi figli? Molte persone la pensano in questo modo, ma la G.E. dice, citando il libro del Siracide: “Il suo amore paterno ci invita: «Figlio, […] trattati bene […]. Non privarti di un giorno felice» (Sir 14,11.14)”. E di seguito aggiunge, con nostra esultanza: “Ci vuole positivi, grati e non troppo complicati: «Nel giorno lieto sta’ allegro […]”. Continua a leggere

4 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

chi di noi non ha mai avuto momenti difficili? Le difficoltà, di vario genere, sono sempre in agguato e, forse, qualche volta abbiamo dubitato della vicinanza di Dio…poi ci siamo accorti che non è così. A tale proposito la G.E. dice: “Ci sono momenti duri, tempi di croce, ma niente può distruggere la gioia soprannaturale, che «si adatta e si trasforma, e sempre rimane almeno come uno spiraglio di luce che nasce dalla certezza personale di essere infinitamente amato, al di là di tutto»”. Continua a leggere

3 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

il verbo “esultare”, in tutte le sue “varianti”, ricorre molto spesso anche nel Nuovo Testamento per descrivere lo stato d’animo della folla che seguiva il Maestro e, dopo di Lui, gli Apostoli. Ma quella che ci colpisce di più è la gioia che riempie il cuore della Vergine così come dice il suo stesso cantico; esultanza travolgente e “contagiosa” che coinvolge il Precursore ancora nel grembo materno (Lc 1,44). Continua a leggere

2 Maggio 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

“Gioia e senso dell’umorismo” è il titolo della seconda sezione del capitolo quarto. Abbiamo avuto già occasione di dire, e la G.E. ce ne dà conferma, che rispondere alla chiamata alla santità non comporta una vita da “musoni”, tutt’altro: “Quanto detto finora non implica uno spirito inibito, triste, acido, malinconico, o un basso profilo senza energia. Il santo è capace di vivere con gioia e senso dell’umorismo. Senza perdere il realismo, illumina gli altri con uno spirito positivo e ricco di speranza”. Continua a leggere

30 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

facendo seguito a tutto quello che San Francesco di Sales, nel corso della Filotea, ci ha fatto scoprire sull’umiltà, aggiungiamo anche il pensiero del Papa che completa quanto abbiamo letto ieri: “Non dico che l’umiliazione sia qualcosa di gradevole, perché questo sarebbe masochismo, ma che si tratta di una via per imitare Gesù e crescere nell’unione con Lui”. No, certamente l’umiliazione non è mai piacevole soprattutto quando trova la sua origine in una qualche palese ingiustizia. Continua a leggere

29 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

oggi celebriamo la festa di un’altra grande mistica, Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia e d’Europa e ancora una volta, particolarmente in questo momento così difficile e doloroso per il nostro continente, ci affidiamo alla sua preghiera di intercessione.

Francesco di Sales, certamente lo ricorderete, cita più volte questa figura esaltandone l’umiltà. Continua a leggere

28 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

certamente ognuno di noi stigmatizza ogni forma di violenza fisica e psicologica; certe notizie che continuamente ci vengono dai mezzi di comunicazione sociale ci lasciano, a dir poco, basiti. Ci domandiamo: ma in quale società viviamo? Ma gli stessi mezzi, spesso omettono di dire che esistono tante forme di violenza che non fanno notizia, ma sono egualmente dannose e possono coinvolgere anche noi. Come possiamo impedirlo? Continua a leggere

27 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

Francesco di Sales, nella Filotea, più volte mette in guardia dalle “cattive inclinazioni” e Papa Francesco, al numero 114, fa la stessa cosa: “E’ necessario lottare e stare in guardia davanti alle nostre inclinazioni aggressive ed egocentriche per non permettere che mettano radici: «Adiratevi, ma non peccate; non tramonti il sole sopra la vostra ira» (Ef 4,26)”. Le radici, soprattutto quelle delle piante infestanti, sono difficili da estirpare; allo stesso modo sono quelle delle cattive abitudini che, a lungo andare, rendono schiavi. Continua a leggere

26 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

quante volte, nel corso della rilettura della Filotea, siamo stati invitati alla sopportazione, alla pazienza, alla mitezza! La prima delle cinque manifestazioni dell’amore di Dio e del prossimo, preannunciate ieri dal nostro documento, si riferisce proprio a queste tre caratteristiche. Papa Francesco afferma che “La prima di queste grandi caratteristiche è rimanere centrati, saldi in Dio che ama e sostiene. Continua a leggere

25 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

oggi, data convenzionale in cui si celebra la “Festa della Liberazione”, ricorre anche la festa liturgica di San Marco evangelista del quale chiediamo l’intercessione per essere liberati da tutti i mali che affliggono l’umanità. E in questo giorno diamo inizio ad un nuovo capitolo della “Gaudete et exsultate” che il Pontefice intitola “Alcune caratteristiche della santità nel mondo attuale” e nel quale, considerando le diverse epoche, riscopriremo tanti elementi della Filotea. Continua a leggere

22 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

consumismo ed edonismo! Due sostantivi che formano un binomio inscindibile che, per tanti versi, fotografano la società odierna sempre in cerca di nuove soddisfazioni, nuove emozioni, nuovi piaceri, che distraggono l’attenzione dell’uomo di fronte a tante emergenze. Papa Francesco commenta: “Il consumismo edonista può giocarci un brutto tiro, perché nell’ossessione di divertirsi finiamo con l’essere eccessivamente concentrati su noi stessi, sui nostri diritti e nell’esasperazione di avere tempo libero per godersi la vita. Continua a leggere

21 Aprile 2022: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi,

tutti i grandi “Dottori della Chiesa” si sono posti questo interrogativo: in quale modo l’uomo può dimostrare al meglio il suo amore per Dio? Indubbiamente attraverso la preghiera, la meditazione della sua Parola, i sacramenti. Ma è sufficiente tutto questo? Papa Francesco, ancora una volta, chiama in causa la “Summa” di San Tommaso d’Aquino: “Non posso tralasciare di ricordare quell’interrogativo che si poneva san Tommaso d’Aquino quando si domandava quali sono le nostre azioni più grandi, quali sono le opere esterne che meglio manifestano il nostro amore per Dio. Continua a leggere