28 settembre 2020: Messaggio alla Comunità Parrocchiale

Carissimi tutti,

nel messaggio di sabato scorso senz’altro abbiamo sorriso nel sentir dire da San Francesco di Sales che la Chiesa è simile ad una farmacia. E il più importante dei farmaci è sicuramente la SS. Eucarestia. Al tempo in cui egli scrive uno dei motivi di maggior “scontro” con i nostri “fratelli separati” (protestanti) era proprio quello che riguarda l’Eucarestia. Non che oggi le cose siano tanto cambiate, ma certamente il dialogo ecumenico ha eliminato ogni sorta di confronto “armato”. Voi tutti sapete (almeno lo speriamo), che per noi cattolici il pane e il vino consacrati, attraverso l’invocazione dello Spirito Santo e le parole del ministro ordinato (sacerdote), divengono realmente Corpo e Sangue del Signore Gesù. Il memoriale che noi celebriamo è una attualizzazione  di quello che Egli ha fatto, con lo stesso identico effetto. La chiesa Riformata (i protestanti in genere), chiamano “Cena del Signore” quella che noi chiamiamo Eucarestia: certamente una bella espressione che spesso anche noi usiamo. Ma quello che ci differenzia in modo significativo da loro, è l’effetto che la celebrazione produce: per loro è semplicemente un rifare, in modo simbolico, quello che Gesù ha fatto e il pane e il vino sono soltanto un’immagine del suo corpo e del suo sangue. Altre questioni ci separano ancora da loro (altri sacramenti, culto della Vergine e dei Santi, Primato del Papa, ecc.), ma quello dell’Eucarestia è lo “scoglio” principale. Tutti i grandi teologi, prima e dopo la Riforma protestante, hanno versato, su questo argomento “fiumi d’inchiostro”. Francesco di Sales non fa eccezione e parla del mistero dell’Eucarestia in quasi tutti i suoi scritti. Per brevità, ne riportiamo solo alcuni brani: “Il Salvatore ha istituito l’augusto Sacramento dell’Eucarestia, che contiene realmente la sua carne e il suo sangue, affinché chi ne mangia viva eternamente…Tienti sempre vicino a Gesù crocifisso; fallo spiritualmente con la meditazione e realmente con la santa Comunione…scoprirai presto che la tua anima e il tuo corpo sono mondati da tutte le sozzure e le sensualità”(IVD). Nelle “Controversie”, la raccolta di quei “fogliettini” che distribuiva alla gente in tanti modi, parla più esplicitamente dell’opera dello Spirito Santo nell’Eucarestia: “Io credo nello Spirito Santo: e cioè tutto quello che Dio ha fatto Egli l’ha realizzato mediante l’opera dello Spirito Santo. Così ancora oggi egli compie cose soprannaturali che solo la fede può recepire…E tu mi domandi allora come il pane diverrà corpo di Cristo Gesù?…Ed io ti rispondo: Lo Spirito Santo stenderà la sua ombra (come un tempo sulla Vergine), ed opererà al di là e al di sopra di ciò che la parola e l’intelligenza intendono. Inoltre lo Spirito Santo ha ispirato le Scritture…E’ lui il vero Dottore della Chiesa”. E noi ci permettiamo di aggiungere che lo stesso Spirito ha ispirato tutti i teologi della Chiesa che hanno approfondito il mistero dell’Eucarestia. Mistero che rimane tale anche oggi, ma che dobbiamo saper accogliere e, soprattutto, vivere con fede.

Preghiamo:

Signore Gesù, nel Sacramento dell’Eucarestia tu hai voluto lasciare a noi, tua Chiesa, la presenza viva, reale ed efficace del tuo Corpo e del tuo Sangue. Concedici, attraverso questo grande dono, di vivere sempre alla tua presenza e di testimoniare il tuo Amore per tutta l’umanità. Amen.

Con l’augurio di una buona giornata, magari partecipando alla celebrazione eucaristica,

PG&PGR

Notizie di PGR
La terapia antibiotica sta facendo il suo dovere. Le condizioni della parte infetta sono decisamente migliorate. Martedì farà una TAC di controllo (normale routine) e se tutto andrà bene, preghiamo che sia così, entro questa settimana sarà dimesso. PG

I commenti sono chiusi.